Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 16 Dicembre 2018
itenfrdees
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

La storia di Ardian e dei naufraghi del Mediterraneo. Con un libro Assunta Morrone racconta i sogni di chi spera oltre l'orizzonte

Posted On Mercoledì, 28 Novembre 2018 10:16

Ha già compiuto il giro dello Stivale ed è stato un successo nonostante la sua recente pubblicazione. Si tratta dell'ultima fatica letteraria di Assunta Morrone, intitolata “Ardian che voleva svuotare il mare” (Edizioni Expressiva). Un'avvincente storia carica di sentimento e dell'amaro in bocca di chi deve lasciare la sua Terra natìa per nuovi luoghi. Il sogno che oltre l'orizzonte ci sia qualcosa di meglio di una zattera del mare che “attraversa acque e speranze”. Oggi Ardian non è più quel ragazzino che ha attraversato lo Jonio dall'Albania rischiando la propria vita, ma un adulto pronto ad essere utile per coloro che continuano ad arrivare da posti diversi come la Siria, l'Iraq, l'Iran, il Pakistan...

E la penna lieve e determinata di Assunta Morrone ben riesce a fare sintesi su un problema quanto mai attuale, che continua a fare stragi di innocenti nelle acque del Mediterraneo. Il “viaggio” di Ardian oggi può essere raccontato anche attraverso le esperienze fatte a maggio al “Salone del Libro” di Torino e al “Maggio dei Libri” a Zumpano, a settembre a Mendicino nel “Libri a Palazzo” e ad ottobre al “Festival leggere e scrivere” di Vibo Valentia e nella scuola dei Casali del Manco. Prossime date previste sono quella del 28 novembre nella scuola di Mottafollone, poi a Roma nei primi di dicembre e a Cosenza il 18 dicembre.

ASSUNTA MORRONE

È nata a Cosenza e vive a Casali del Manco, nella Presila Cosentina. Dirigente Scolastico dal 2007, si occupa di formazione. Suoi contributi pedagogici e suoi racconti sono apparsi su riviste di settore e in volumi collettanei. Le sue liriche compaiono su diverse antologie, tra le quali Poesie per anime gemelle per Newton and Compton e Preghiere per Ilfilorosso. La sua opera prima è Come fa l’onda, per Falco Editore, seguito da libri illustrati per bambini e ragazzi, tra cui: Il Bosco, Io e Velazquez, La Maratona per Artebambini e Meno di niente per Coccole Books. Sue ultime uscite le avventure di Eustachio Naumann, Le montagne che camminano e Ritorno alla Grande Gravina Bianca per Falco Editore.

 

 

 

Search