Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 16 Dicembre 2018
itenfrdees
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Presepe vivente della Chiesa San Borromeo di Rende

Posted On Sabato, 01 Dicembre 2018 14:15

La Parrocchia di San Carlo Borromeo di Rende (CS) organizza ogni anno il Presepe vivente in un’atmosfera che fedelmente richiama la nascita di Gesù nell’antica città di Betlemme. L’organizzazione dell’evento è affidata a volontari che, sotto la responsabilità di Anna Maria Coscarello e Virginia Paone, si impegnano a realizzare questo evento con entusiasmo e con la convinzione di offrire non uno spettacolo ma il messaggio universale di un “bambinello” nato povero per offrire agli uomini la ricchezza della parola del Padre.

Il Presepe vivente è allestito nella location della Parrocchia, luogo ideale per la sua bellezza naturalistica e conta più di 100 figuranti rappresentanti i personaggi. I costumi sono curati in tutti i particolari così come la perfetta rappresentazione iconica gestuale dei personaggi. Questa atmosfera richiama la magica notte della natività con un senso artistico e religioso unico nel suo genere.

Questo evento ha assunto una grande valenza sociale e umana perché molti personaggi sono affidati a persone diversamente abili in un’ottica di inclusione sociale che è alla base del Credo cristiano e ampiamente condivisa dalla Parrocchia. La comunità parrocchiale si è aperta, grazie sempre ad Anna Maria Coscarello da anni promotrice attiva dei diritti di chi vive in situazione di diversità, ad altre Associazioni come Heart Artaccademy della dottoressa Cinzia Lorè.

La partecipazione a questa manifestazione, sostengono la Coscarello e la Paone è un motivo di crescita umana e religiosa per festeggiare il Natale nel suo vero significato. Non va dimenticato il contributo del parroco don Aldo Giovinco che ha fortemente sostenuto l’organizzazione e l’impegno dei volontari.

 

 

 

 

Search