Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 16 Dicembre 2018
itenfrdees
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Di Maio: parla il papà, "mio figlio non sapeva"

Posted On Lunedì, 03 Dicembre 2018 15:37
Antonio Di Maio Antonio Di Maio

Luigi Di Maio non era a conoscenza dei lavoratori impiegati in nero nell'azienda del papà. Lo ribadisce lo stesso Antonio Di Maio nel video pubblicato sulla propria pagina Facebook, nel quale legge una lettera in cui spiega: "Sentivo il dovere di scrivere. Mi dispiace per mio figlio Luigi che stanno cercando di attaccare ma, come ho già detto, lui non ha la minima colpa e non era a conoscenza di nulla".

"Chiedo scusa per gli errori che ho commesso, chiedo scusa alla mia famiglia per i dispiaceri che hanno provato, e chiedo scusa anche agli operai che hanno lavorato senza contratto per la mia azienda anni fa". E' quanto afferma Antonio Di Maio, papà del vicepremier Luigi, in un video pubblicato su Facebook nel quale racconta la sua verità sulle vicende relative alla sua azienda.

Luigi Di Maio avrà ancora voglia di "andare avanti", dice il papà nel video su Facebook. "Ho nascosto i miei errori per un motivo banale che per me era importante, avevo paura di perdere la loro stima. Cosa che forse è accaduta comunque. Come ha scritto mia cugina 'Non potendo attaccare l'onestà, la trasparenza e il coraggio di Luigi, ecco che sono partiti attacchi spropositati contro la sua famiglia pur di screditarlo e di togliergli la voglia di andare avanti'. Cosa che, se conosco mio figlio, non succederà". "Io sono molto orgoglioso dei miei figli e sono orgoglioso di Luigi", scrive ancora, aggiungendo che il vicepremier a volte gli ha dato una mano in azienda "come fanno tanti figli con i padri e ci sono tutti i documenti che lo provano, lui li ha già pubblicati".

 

 

 

 

 

Search