Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 16 Dicembre 2018
itenfrdees
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

Caldo anomalo sull’Italia, ma l’Immacolata porta il gelo Meteo

Posted On Martedì, 04 Dicembre 2018 09:46

E’ stato un novembre atipico, uno dei più caldi degli ultimi 70 anni, con quasi 3 gradi oltre le medie del periodo in varie parti della penisola (il record spetta a quello del 2014, che superò i +4 gradi di media). Al sud, specie in Sicilia, si toccano addirittura punte di 20 gradi, ma anche al centronord - rilievi alpini e appenninici a parte - quasi ovunque le temperature massime arrivano almeno a 10 e le minime difficilmente scendono sotto lo zero anche di notte. 

Il nome scientifico è "alta pressione sub-tropicale": una situazione climatica responsabile, insieme all’attività inquinante dell’uomo, del nuovo boom di polveri sottili registrato nei cieli della Lombardia.

Non inganni questo inizio mese mite con tempo stabile, e al massimo qualche nebbiolina o pioggerella: il momento dell’inverno, quello vero, è ormai arrivato. Anzi, rispetto all’entrata ufficiale nel calendario, prevista per il 21 dicembre, la svolta fredda dell’anno è attesa già nel ponte dell’Immacolata, quello "lungo" per i milanesi che venerdì 7 festeggiano Sant’Ambrogio. E ancora peggio andrà nella settimana successiva al weekend, quando alla pioggia seguirà un’ondata di aria artica, con neve anche a bassa quota, che farà fare un balzo indietro alla colonnina di mercurio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Search