Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 19 Aprile 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« April 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

31 gennaio 2019 - Incontro dell'assessore Pierpaolo Iantorno con i cittadini al Museo del Presente di Rende

Posted On Martedì, 29 Gennaio 2019 08:04
Pierpaolo Iantorno Pierpaolo Iantorno

"Il Ribaltamento della Verità. La Verità è una ed una sola: gli atti ed i fatti amministrativi sono chiari. Il terreno ex CUD è stato ceduto gratuitamente dal Comune all'Università della Calabria in diritto di proprietà per far beneficiare del finanziamento CasMez così come risulta dalla convenzione trilaterale CasMez, UniCal (soggetto di diritto pubblico) e CUD. Ma, guarda caso, non è stato mai formalizzato alcun atto pubblico, prassi consolidata per il grande guru della politica locale e utile alle strumentalizzazioni ed alle speculazioni di periodo. Da qui l'ennesima lite stavolta con l'UniCal che Noi oggi dopo oltre trenta anni abbiamo risolto a tutto vantaggio del Comune."

E' quanto scrive in una nota l'Assessore al bilancio del Comune di Rende, Pierpaolo Iantorno. "Citano e rifanno valutazioni tecnico-estimative fondate su dati aleatori al solo scopo di coprire i buchi, le falle, le voragini finanziarie che hanno affossato Rende: prova ne è la bocciatura della Corte dei Conti. La loro idea di sviluppo e di crescita si basa esclusivamente sull'indebitamento divenuto insostenibile. Parlano di danno erariale... allora si preparino a saldare i conti con tutti i soldi che hanno incassato con lo sfruttamento della cosa pubblica rendese."

"Abbia poi la capacità di tacere l'onorevole Sandro Principe che ha distrutto la Nostra Città negli ultimi venti anni: ex CUD, Personale Dipendente, Rende Servizi Srl, Piscine Comunali, Valle Crati SpA, Centro Storico, Palazzetto dello Sport, Parco Acquatico, impianti sportivi, predissesto finanziario, debiti fuori bilancio di varia natura anche per servizi mai ricevuti, bollette milionarie nascoste e parcelle gonfiate, contenzioso clientelare e tasso di litigiosità, aree industriali, scuole, strade, parchi, pubblica illuminazione, immobili a diversa destinazione, commissione d'accesso antimafia e qualcos'altro che sfugge sono l'eredità del passato che ha ipotecato il futuro."

"Quanti e quanti danni erariali, sociali, culturali, morali dovrebbero risarcire? E noi responsabilmente ce ne siamo fatti carico e pian piano stiamo incominciando a raccogliere i frutti del Nostro lavoro al servizio e nel solo interesse della Città e dei Nostri Concittadini. Se ne faccia una ragione Sandro Principe : il cambiamento è avviato ed è irrinunciabile, irreversibile, inarrestabile! Parleremo di questo e altro giovedì pomeriggio alle 18.15 al Museo del Presente. Pronto accanto al sindaco ad incontrare i cittadini di Rende."

 

 

 

 

Search