Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Lunedì, 27 Maggio 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« May 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Rende, comunali 2019 - Il Laboratorio Civico risponde alle polemiche del consigliere comunale Mario Bartucci, "ma tu da che parte stai?"

Posted On Venerdì, 08 Marzo 2019 08:18
Marcello Manna Marcello Manna

Continua oramai senza sosta la polemica e le botte e risposte sull'ultima seduta del consiglio comunale di Rende nella quale con il voto determinante del consigliere della Lega, Antonello Elia, il Sindaco Marcello Manna ha evitato la crisi comunale rimanendo in sella sino al termine della legislatura. A rispondere alla polemica innescata da un comunicato a firma del consigliere comunale Franco Bartucci, il Laboratorio Civico.

"Nella seduta del 29 gennaio del 2019, il vicepresidente della Provincia e consigliere comunale di Rende Mario Bartucci, ha votato con grande senso di responsabilità “l’approvazione richiesta a CDP (Cassa Depositi e Prestiti, ndr) della anticipazione di liquidità da destinare al rimborso di debiti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31/12/2018”. Non solo lui, ma tutti, all'unanimità, compreso il consigliere comunale e provinciale Eugenio Aceto - si legge in un comunicato del laboratorio Civico - che, seppur in minoranza in quella assise, ha votato quel punto all’ordine del giorno che, invece, nella nostra città è diventato elemento di discussione continua."

"Così da far rilasciare dichiarazioni alle opposizioni che gridano sulla stampa continuamente allo scandalo per “come è stato condotto l'ultimo consiglio comunale”. E, dalle parole di Bartucci, emerge addirittura che in quel consiglio comunale ci sarebbero state delle "presenze oscure”. Dichiarazioni che a noi del Laboratorio Civico sembrano esagerate, anche perché la sospensione del consiglio comunale è stata richiesta proprio da un consigliere comunale che fa parte del gruppo gentiliano e, proprio in quei cinque minuti, il consigliere Elia è stato vergognosamente circondato e abbracciato dai consiglieri De Rose e Pulicani. Sono volate anche parole grosse e messaggi molto duri ma Elia ha fatto il suo dovere e “responsabilmente ha votato a favore del punto all’ordine del giorno”.

"Ritornando a Bartucci, noi del Laboratorio Civico ci chiediamo come mai il medesimo consigliere, sullo stesso punto all'ordine del giorno delle due sedute consiliari, in quella provinciale si comporta in un modo ed in quella comunale di Rende in un altro? Si rappresentano così i cittadini? Se alla Provincia ha votato il punto in modo favorevole, come mai a Rende ha votato contro accanto ai principiani, al grillino, a De Rose e Petrassi? Caro consigliere comunale Mario Bartucci, ma tu da che parte stai? Dalla parte della politica vista come un servizio e un dono al cittadino o da quella politica “ponziana” dove si pensa solo ed unicamente alle poltrone, al potere ed ai pennacchi?"


Redazione

 

Search