Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 21 Aprile 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« April 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          

Dramma familiare in Calabria: lite furiosa sfocia in un omicidio, nipote uccide lo zio a colpi di pistola

Posted On Martedì, 09 Aprile 2019 10:04

I militari della Compagnia dei carabinieri di Cosenza hanno trovato in località Pugliano di Paterno Calabro, il corpo senza vita di P.A. 53enne, originario di Paterno Calabro, colpito da alcuni colpi di arma da fuoco. A seguito delle dichiarazioni autoaccusatorie rilasciate presso gli Uffici della Stazione CC di Dipignano da parte del nipote della vittima S.P. 35 enne, sono state ricostruite le responsabilità penali dello stesso, il quale, a seguito di un diverbio, verosimilmente scaturito da futili motivi, ha esploso alcuni colpi di arma da fuoco con una pistola regolarmente detenuta per uso sportivo all’indirizzo dello zio.

Il magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Cosenza, informato dell’accaduto, ha immediatamente ha assunto la conduzione delle indagini raggiungendo il luogo del delitto. Contestualmente, i Carabinieri del R.O. - Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Cosenza e della Sezione Operativa della Compagnia CC di Cosenza hanno avviato una minuziosa attività di sopralluogo volta all’esatta ricostruzione dei fatti nonché all’accertamento del movente.

Alla luce della ricostruzione dei fatti, degli elementi raccolti nel corso delle operazione di sopralluogo, dei bossoli repertati sulla scena del crimine risultati compatibili con l’arma rinvenuta nell’autovettura all’autore del reato, delle dichiarazioni rilasciate spontaneamente agli inquirenti, i Carabinieri della Stazione di Dipignano, d’intesa con la Procura di Cosenza, hanno dichiarato in stato di arresto S.P. 35 enne per il reato di omicidio volontario aggravato.

 

Sondaggio Amministrative Rende 2019

Amministrative Rende 2019 - Chi vorresti come SINDACO?

Search