Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Martedì, 18 Giugno 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« June 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30

Prima uscita pubblica di Sandro Principe candidato alla carica di sindaco di Rende

Posted On Giovedì, 11 Aprile 2019 09:26

Il leader socialista rendese, Sandro Principe ha incontrato ieri sera, per il comizio d’apertura della campagna elettorale, nella sala dell'Hotel San Francesco i cittadini. Sindaco di Rende, consigliere comunale, assessore regionale, sottosegretario di governo, si mette di nuovo in gioco per la propria città. “Mi accusano di rappresentare un ritorno al passato. - così inizia il suo discorso - Io di fare il sindaco non ne ho nessun bisogno. Né ho bisogno di attaccarmi un’altra medaglia al petto, ne ho già tante. Se sono candidato è perché sento il dovere di tornare al servizio della mia città e dei suoi cittadini”.

“Il mio passato è soltanto un biglietto da visita che posso esibire. Avevamo un’idea e l’abbiamo portata a compimento”. Due ore di discorso. Il manifesto rosso, scritto in stampatello: “Sandro principe incontra la città” è incollato al pulpito del comizio. “In questo periodo in cui la politica è fatta solo di proposte strampalate, avere un passato come il nostro è solo sintomo di credibilità”.

“Voglio ringraziare l’onorevole Orlandino Greco che con il suo movimento sarà nostro alleato. Realizzeremo la città unica Cosenza-Rende e Castrolibero” - sottolinea Principe - Siamo socialisti e riformisti, per questo non possiamo accettare che questa città continui ad essere degradata, triste, sofferente dove anche gli investimenti immobiliari non fanno che perdere valore giorno, dopo giorno. Mi auguro di tornare a 5 o 6 anni fa e da quel benessere progettare insieme il nostro futuro”.

“Per queste elezioni c’era bisogno del centrosinistra unito, - conclude Principe - ci ho provato fino a 9 giorni fa, ma non potevo disperdere tutto questo patrimonio riformista”. E finalmente, con tutti i candidati in pista, la campagna elettorale può incominciare.

 

 

Search