Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Giovedì, 23 Maggio 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« May 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    

Russo (RèF): “Basta proclami e copia e incolla, si pensi alla Didattica”

Posted On Martedì, 30 Aprile 2019 08:51
Mario Russo Mario Russo

Entra nel vivo, dopo un momentaneo stop forzato dovuto alle festività pasquali, la campagna elettorale all’Università della Calabria. È il momento dei programmi, delle proposte e delle linee guida che vengono delineate dai vari candidati in queste ore. Proprio su questo si concentra la nota stampa diramata da Mario Russo, candidato al Senato Accademico con Rinnovamento è Futuro. “In queste ore, anche gli ultimi arrivati, anche coloro i quali non hanno mai dato alcun contributo alla politica universitaria - si legge in apertura - si travestono da visionari e promettono l’irrealizzabile nel tentativo di conquistare, con l’inganno, il consenso degli Studenti”.

“Quello che non è stato messo in conto è che il 14 e 15 Maggio sarà facile riconoscere coloro i quali hanno sempre vissuto l’Ateneo - accusa Russo - condividendo e risolvendo quotidianamente tutte le problematiche che affliggono gli utenti dell’Unical”. “Nei vari programmi abbiamo letto tutto e il contrario di tutto, dai progetti irrealizzabili ai fuori tema - dichiara il candidato di RèF - per finire alla Lista Noi che ha deciso di comporre la maggior parte del programma avanzando proposte che altro non sono che obiettivi già raggiunti da Rinnovamento è Futuro”.

“In particolar modo, i candidati al Senato parlano di tutto fuorché del fulcro del loro potenziale operato, la Didattica, che è il tema di maggiore importanza per la nostra componente e su cui possiamo incidere maggiormente - continua Russo - sia perché è una questione che abbraccia la maggior parte degli aspetti deficitari, sia perché pensiamo possa essere il volano di rilancio per uscire dal concetto di Università dei Calabresi, rendendola Università della Calabria, aperta al panorama nazionale”.

“È riduttivo pensare che questa tematica possa essere semplicisticamente affrontata proponendo ad oltranza l’aumento degli appelli - si legge ancora - che può essere una delle soluzioni, ma non l’unica”. “Se si volesse guardare oltre la punta del naso, bisognerebbe innanzitutto puntare ad un sistema di tutoraggi che distingua la nostra offerta formativa - è la proposta del candidato - affiancata ad un obbligo di inserimento di esoneri laddove la percentuale di bocciati sia rilevante”.

Nella nota stampa viene anche rivendicato l’operato del Senatore Accademico uscente Nicola Caruso che, in qualità di rappresentante al CORUC, ha dato un apporto fondamentale per l’attivazione dei corsi di Laurea in Assistenza Sanitaria e Intelligence e Analisi del Rischio, ritenuta “una delle tante opportunità che abbiamo creato nel Campus per attrarre Studenti fuori dai confini della Calabria”. “In questo senso proseguirà il nostro impegno se il 14 e 15 Maggio vorrete sostenerci barrando il simbolo di Rinnovamento è Futuro e scrivendo Russo al Senato Accademico - si legge nell’appello finale - per un’Università a dimensione di Studente in cui la Didattica stia al centro di tutto”.

 

 

Search