Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Domenica, 22 Settembre 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« September 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            

Spread sfiora 290, rendimento bund a minimi dal 2016

Posted On Mercoledì, 15 Maggio 2019 09:59

Lo spread Btp-bund sfiora i 290 punti base a 289, in deciso rialzo da 280 punti base di ieri. Il tasso sui titolo decennale tedesco è sceso stamani a -0,094%, ai minimi dal 2016. Apertura in lieve rialzo per Piazza Affari. L'indice Ftse Mib guadagna lo 0,04% a 20.903 punti. Avvio di seduta positivo per le principali borse europee. Parigi guadagna lo 0,13% a 5.348 punti, Francoforte lo 0,22% a 12.018 punti e Londra lo 0,25% a 7.260 punti.

L'economia tedesca torna a crescere nel primo trimestre del 2019 : il pil ha segnato +0,4% rispetto all'ultimo trimestre 2018. Lo ha reso noto stamani l'ufficio federale di statistica di Wiesbaden. A trainare la crescita gli investimenti interni nel settore delle costruzioni e i consumi privati. L'inversione di rotta di ieri del presidente Usa Donald Trump, che ha rilanciato l'accordo con la Cina sui dazi, da lui ritenuto "assolutamente possibile" ha ridato fiato anche alle borse di Asia e Pacifico, sulla scia della buona chiusura dell'Europa e di Wall Street.

Tokyo ha guadagnato lo 0,58%, ma il vero balzo lo sta facendo Shanghai (+2,08%), ancora aperta, nonostante il rallentamento registrato in aprile sulle vendite al dettaglio. Bene Taiwan (+0,39%), Seul (+0,53%) e Sidney (+0,71%), favorita dall'andamento dei metalli, mentre il greggio Wti segna un calo dello 0,65%. Ancora aperte Hong Kong (+0,58%) e Mumbai (+0,5%). Positivi i futures sull'Europa, dopo il ritorno della crescita del Pil trimestrale tedesco. Bene anche i futures Usa, in vista dell'indice manifatturiero di New York e delle vendite al dettaglio in aprile.

Sughli scudi a Tokyo i grandi esportatori, da Yokohama (+4,88%) a Sony (+3,99%), da Subaru (+2,73%) a Panasonic (+1,5%), con il dollaro stabile sullo yen.

Search