Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Martedì, 19 Febbraio 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« February 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28      

I Popolari per l’Italia irrompono sulla scena politica calabrese e si presentano ufficialmente all’opinione pubblica

Posted On Venerdì, 09 Novembre 2018 09:56
Mario Mauro e Delly Fabiano Mario Mauro e Delly Fabiano

I Popolari per l’Italia irrompono sulla scena politica calabrese e, dopo una prima fase organizzativa, attraverso la quale si è di fatto avviato un concreto e forte radicamento sul territorio, si presentano ufficialmente all’opinione pubblica. L’appuntamento è fissato per oggi, venerdì 9 Novembre, alle ore 17, presso l’hotel Europa, a Rende. A tenere a battesimo la nascita, in Calabria, del partito, saranno il vice segretario nazionale, Vincenzo Niro (attuale assessore ai lavori pubblici in seno alla Regione Molise) ed il coordinatore regionale, Delly Fabiano, apprezzato e stimato docente universitario, da sempre impegnata, attivamente, nel mondo scientifico, dell’associazionismo e del sociale.

I Popolari per l’Italia si rifanno alla tradizione viva del popolarismo italiano ed europeo. L’impegno e l’azione programmatica, attingono ad un patrimonio ideale e politico, che pone al centro la persona, il diritto alla vita, la libertà, la giustizia e la dignità di ogni essere umano. I principi di solidarietà, sussidiarietà e giustizia sociale, per un riformismo capace di cambiare, in profondità, il nostro paese e l’Europa, per dare piena cittadinanza a tutti.  

Un’Europa che inizi a guardare, realmente, ai singoli Stati ed a politiche comuni, abbattendo le distanze, divenute troppo elevate, tra gli organismi centrali e quelli periferici. In Calabria, il nuovo soggetto politico mira ad unire, attorno a sé, quell’area moderata, che oggi non si rivede in quelle forze che si richiamano, solo a parole, al cattolicesimo ed alla storia dei popolari italiani. La convention in programma domani, rappresenterà, inoltre, la giusta occasione per toccare con mano le prospettive e le idee di un partito, che sta già facendo registrare importanti e significative adesioni.

 

 

 

 

Search