Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Venerdì, 23 Agosto 2019
itenfrdees

Search

Rubriche

« May 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
Items filtered by date: Martedì, 14 Maggio 2019

“In merito alla collocazione del nuovo ospedale, ribadiamo che per noi l'ubicazione più naturale e più giusta è l'area universitaria di Arcavacata con il doppio beneficio di avere a disposizione, senza spendere 1 euro, i terreni già di proprietà pubblica presenti nell'area e con la prospettiva di istituire la facoltà di medicina di cui all’Unical è già attivo il triennio iniziale.” E' quanto afferma Sandro Principe, candidato a Sindaco di Rende.

Si chiude mercoledì 15 maggio alle 10.45, presso la Sala seminari della Biblioteca di Area Umanistica dell’Università della Calabria, il 1° ciclo seminariale di Pedagogia francescana con una lectio magistralis dell’Arcivescovo della Diocesi di Cosenza-Bisignano, Mons. Francesco Nolè, sul tema: “Non voglio essere ladro. La povertà da san Francesco d’Assisi a papa Francesco”.

Published in Cultura

"Chiediamo al Torquemada Mimmo Talarico di fare i comizi pubblici con i suoi alleati Tonino e Pino Gentile. Ormai è un loro uomo." Lo afferma Laboratorio Civico. "Talarico ha rinnegato il suo lungo passato di militante comunista, di consigliere regionale dell'Italia dei Valori - prosegue la nota - per consegnarsi mani e piedi ai fratelli Gentile, di cui è il prestanome politico."

“Dopo il confronto di ieri tra candidati promosso dalla Cgil mi sono reso conto, ancora di più, che per la Città di Rende è necessaria una nuova classe dirigente”. Queste le prime dichiarazioni del candidato a sindaco di Rende Marcello Manna dopo un confronto che “ha messo in evidenza il vuoto totale. Si parla a slogan, non si riesce in nessun modo ad entrare negli argomenti ed affrontarli per quelli che sono. Non si amministra un Comune con le parole, ma bisogna poi riuscire ad entrare nel concreto."

"Nella logica della totale trasparenza amministrativa, come avvenuto per le precedenti elezioni Politiche, la nomina degli scrutatori e sostituti che saranno impegnati nei seggi il prossimo 26 maggio, è avvenuta attraverso il sorteggio pubblico. Su mio preciso indirizzo, il 6 maggio scorso, la Commissione elettorale del Comune di Rende non ha effettuato nomine dirette, ma sulla base delle richieste pervenute, ha sorteggiato 272 tra scrutatori e sostituti (4 per ogni seggio) che da ieri stanno ricevendo le relative notifiche di nomina."

Giovedì 23 maggio alle ore 17:30 su INSTARADIO.IT si parlerà con Flora Caruso di intercettazioni in ambito forense assieme alla giornalista Paola Pagliari. Si parlerà della Strage di Erba dove Flora Caruso è stata consulente di parte.

Published in Agenda

Rende. “Viale dei Giardini è una nostra creatura. Abbiamo immaginato questo quartiere immerso nel verde, espropriando i terreni ceduti in diritto di superficie e poi in proprietà. Negli anni abbiamo fatto interventi ben precisi per far crescere una piccola comunità: il centro sociale, la chiesa, spazi di aggregazione come la piazza ed il campetto, completando l'anello stradale. Con il nostro allontanamento il quartiere è rimasto incompiuto ed oggi ha perso la sua identità. In questi ultimi giorni assistiamo ad affannosi avvii di piccoli interventi manutentivi che vogliono esser fatti passati per grandi progetti, ma purtroppo senza un piano preciso di rilancio del quartiere resteranno fine a se stessi”.

"La nostra è una rivoluzione moderata, che vuole dare corpo a una classe politica libera e aperta in grado di gestire la Rende del futuro." Lo afferma il Sindaco di Rende, Marcello Manna. "Rivoluzione moderata significa cambiare le cose nel rispetto degli interessi di tutti i cittadini, dei ceti produttivi e delle classi deboli per le quali, dopo decenni di immobilismo, abbiamo previsto stanziamenti e misure di sostegno reali e concrete."

Search